Forté entrano in sciopero

Stampa

Catania, i lavoratori dei supermercati a marchio Forté entrano in sciopero

I dipendenti rivendicano il diritto al salario, alla sicurezza e al prospetto paga

Oggi in occasione della giornata della legalità, i lavoratori dei supermercati a marchio Forté di proprietà della Meridi srl incroceranno le braccia per 8 ore. Dopo Pulvirenti, “continuano a sopportare il pesante fardello con i commissari nominati dal Tribunale di Catania – si legge in una nota del segretario intercategoriale Marco Vizzini dell’Unione sindacale italiana – continuano a non ricevere lo stipendio. Ad aggravare la situazione i ritardi dell’Inps nell’erogazione della cassa integrazione. Le famiglie di questi lavoratori sono ridotti alla fame. Ricordiamo che la vertenza Meridi dura da quasi un anno e i lavoratori vantano un credito di svariati migliaia di euro”.

I dipendenti rivendicano il diritto al salario. Da troppi mesi i lavoratori non percepiscono lo stipendio; il diritto alla sicurezza. I lavoratori lamentano la mancanza dei dispositivi di protezione individuale nei punti vendita, un protocollo sulla sicurezza allegato al Dvr, una formazione adeguata per contrastare l’epidemia sui luoghi di lavoro; il diritto al prospetto paga. L’azienda è rimasta indifferente alle reiterate richieste di consegna delle buste paga.