DI STATO DI AGITAZIONE.

Stampa

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI fondata nel 1912

Segreteria prov. intercatategoriale - federazione di Roma e Rsa/Rsu/Rls posti di lavoro

LARGO VERATTI 25 00146 Fax 06/77201444 e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Roma, 12 Luglio 2016

 

Alla Prefettura di Roma U.T.G. – c.a. Ufficio di Gabinetto del Prefetto fax 06 67294555

Al Sindaco di Roma Virginia Raggi e al Vice Sindaco Daniele Frongia Fax 06 67103590 – 6784239

e ai Presidenti dei Municipi di Roma Capitale Loro sedi

Alle Direzioni del personale/R.U./Relaz. Sind. Ind. di Comune di Roma Capitale, Aziende comunali e partecipate, Enti/Associazioni/Coop. Sociali con appalti/affidamenti e convenzioni Roma Capitale e aziende pubbliche (ex municipalizzate) Loro sedi fax/e mail

Alla segreteria della Comm. Garanzia Scioperi ai sensi L. 146/90 E 83/2000 e mail e fax

 

Oggetto: PROCLAMAZIONE (e prosecuzione da prima comunicazione del 5 febbraio 2014, 8 gennaio 2016, 10 aprile 2016) DI STATO DI AGITAZIONE CITTADINO/LOCALE A ROMA, comunicazione attivazione procedure ex L. 146/90 e L. 83/2000, quale tentativo preventivo di conciliazione di sciopero locale/cittadino e procedura di raffreddamento del conflitto, da parte dell’Unione Sindacale Italiana USI e del Coordinamento lav. terzo settore, coop. Sociali e aziende pubbliche/partecipate di Roma.

 

Settori interessati dall’astensione collettiva dal lavoro: tutto il personale impiegato al Comune di Roma Capitale, nelle Aziende comunali e partecipate nei servizi gestiti da terzi soggetti in appalto/affidamento, per Associazioni e Coop. Sociali di tutti i servizi ambientali, culturali, educativi, sociali, socio assistenziali, manutenzione, pulizie, canili/gattili.

 

Motivazioni dello stato di agitazione e dello sciopero: contrasto a tagli, minori finanziamenti e ridimensionamenti a seguito misure previste da atti gestione attuale Roma Capitale e per opposizione a scelte inopportune Piano programmatico 2016-2018, contro ipotesi di privatizzazioni, esternalizzazioni, ridimensionamenti servizi, funzioni e attività di rilevanza pubblica, contro tagli di parti variabili e di salario accessorio alle retribuzioni del personale capitolino e di chi lavora per conto di Roma Capitale, per garanzia continuità servizi, attività e progetti svolti da aziende comunali, partecipate o da soggetti terzi gestori, per stabilizzazioni dei settori di precariato nei settori scolastici educativi e assunzione vincitori di concorsi, per garanzia in tutti i bandi di gara, per appalti, affidamenti e convenzioni, del rispetto e inserimento di “clausola sociale” (secondo linee guida ANAC per il terzo settore), per corretta applicazione CCNL e leggi tutela lavoro dipendente, per salvaguardia occupazionale, salariale e regimi contrattuali nei servizi in affidamento e appalto, per adeguati finanziamenti su progetti e servizi alla cittadinanza nei settori sociali, educativi, assistenziali, culturali, ambientali, per tutela delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, da effetti penalizzanti su Dipartimenti, Municipi su servizi alla cittadinanza, alle condizioni di lavoro, per libertà sindacali e libertà di manifestazione in applicazione Costituzione repubblicana e Statuto dei Lavoratori.

 

Richiesta convocazione delle parti per esperimento tentativo preventivo di conciliazione/raffreddamento del conflitto, (fax USI 06/77201444, e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

 

La Unione Sindacale Italiana in sigla USI, segreteria intercategoriale e per conto di Rsa-Rsu-Rls, con la presente e per quanto indicato nell’oggetto della presente, comunica la PROCLAMAZIONE PER IL 2016, DELLO STATO DI AGITAZIONE CITTADINO (in prosecuzione di quello attivato originariamente fin dal 5 febbraio 2014, all'8 gennaio 2016, al 10 aprile 2016), con attivazione con la presente, della procedura di tentativo obbligatorio preventivo di sciopero, ai sensi delle Leggi 146/90 e della L. 83/2000, sulle motivazioni indicate nell’oggetto. Si fa espressa richiesta di convocazione delle parti, a Comune e Prefettura, per esperimento del tentativo preventivo di conciliazione di sciopero e del raffreddamento del conflitto.

 

Si precisa che la O.S. intende rispettare i servizi minimi ed essenziali nei servizi. Si resta in attesa di data e orario di convocazione da parte dei soggetti competenti per la procedura preventiva di “raffreddamento del conflitto” ex L. 146/90 e 83/2000, al recapito fax 06/77201444, alla e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , nei tempi previsti e per la verifica delle situazioni di criticità indicate nella nota. Durante la fase di stato di agitazione sindacale, saranno effettuate assemblee, presidi e iniziative di informazione e comunicazione sociale alla cittadinanza, sui motivi della protesta e delle iniziative di tutela.

 

Distinti saluti.

Il segr. prov. Intercat.

UNIONE SINDACALE ITALIANA

Rsa-Rsu-Rls

Prof. Giuseppe Martelli