Nibirumail Cookie banner

Sede Milano

Via Ricciarelli, n° 37.

20148 Milano. (Zona Rebrandt/Aretusa/Osoppo)

Telefono - 02 54 10 70 87.

Tel./Fax  - 02 54 10 70 95.

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

PEC: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Come arrivare:

Filobus: 90; 91. Fermata Piazzale Brescia.

Autobus: 98. Fermata Aretusa/Rembrad.

BUS: 80/63. Fermata Rembradt/Aretusa.

Tram n° 16: Fermata P.zza Brescia/Ricciarelli

MM 2: Uscita Romolo Filobus 90. 1° fermata dopo p.zzale Brescia.

MM 1: Uscita Gambara (MM direzione Bisceglie).

MM 5: Uscita Lotto, Autobus 98, fermata Aretusa.


Verifica e controllo buste paga dei CCNL.

Calcolo TFR

CAAF

  • C/O l’Unione Sindacale Italiana di via Ricciarelli n.37.

Il servizio per gli associati USI è cosi disposto:

730 - congiunto - pensionati.

E' attivo il servizio per l'identità digitale (SPID).


INOLTRE.

E' Stato ampliato con i legali già operanti (con costi contenuti) c/o la sede USI di Milano i sguenti servizi:

  • Diritto di Famiglia;
  • Diritto Minorile;
  • Diritto penale;
  • Diritto dell'immigrazione;
  • Risarcimento danni (lavoro - civile e penale - sinistri - errata diagnosi medica).

 

Per informazioni chiamare i seguenti numeri:

Tel. 02.87.18.80.48

Tel. 02.87.18.40.49

Tel. 02 54 10 70 95 (operativo tutti i giorni)

Tel. 02.54.10.70.87 (operativo tutti i giorni)

Oppure potete scrivere a:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Pulitori e Affini. Avvio procedura Licenziamenti collettivi.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Milano li, 4 agosto 2014

Spettabile

Ministero del Lavoro

e delle Politiche Sociali

Divisione VII Via Fornovo n° 8

Fax 06 46834023 00192 Roma

A/R anticipato via Fax

Spettabile

Pulitori & Affini SpA

Via Grandi, n° 2

Fax 030 268 61 92 Tel 030 268 61 11

25125 Brescia

A/R anticipato via Fax

E pc.

Spettabile

Regione Lombardia

Agenzia Regionale Istruzione

Formazione Lavoro

Via Taramelli n° 12

Fax 02 66743297 20124 Milano

A/R anticipato via Fax

 

Oggetto: Procedura di “licenziamento collettivo” ex artt. 4 e 24 L. 223/1991 – Richiesta di esame congiunto ex art. 4 comma 5° L. 223/1991

La presente in relazione alla comunicazione di avvio della procedura di “licenziamento collettivo” di cui alla lettera raccomandata a.r. in data 1.8.2014 della Società Pulitori & Affini S.p.A., pervenutaci in data 4.8.2014, per richiedere, ai sensi dell’art. 4 comma 5° L. 223/1991, di procedere all’esame congiunto previsto dalla norma citata.

Restiamo in attesa di Vostre comunicazioni al riguardo.

Distinti saluti

R.S.A. U.S.I.- C.T.&S.

Amador Alcantara

La Segreteria

U.S.I. – C.T.&S.

Sandro Bruzzese

P.s: Pulitori & Affini, ha avviato la procedura di licenziamento per 397 lavoratori del settore Multiservizi, coinvolgendo nella procedura quasi tutte le regioni dove la società è presente. Una nota che può rendere l'idea di come al momento si procede nell'acquisizione degli appalti.

Per raggiungere l'obiettivo di aquisire nuove commesse, le società procedono ad una concorrenza al massimo ribasso, concorezza che non esclude da riporcussioni i lavoratori che ne subiscono le conseguenze. I Lavoratori nostri associati coinvolti nella procedura di licenziamento, solo da pochi mesi sono passati alle dipendenze dellle Pulitori. Pulitori nel caso in esame si è giudicato l'appalto con un ribasso del 49% ed ora pensa di poter recuperare profitto licenziando i lavoratori o aumentando i carichi di lavoro col tagliando delle ore. Non vedo al momento grossi risultati per la Società per i fini che intende raggiungere.

Poniamo rimedio a questo stilicio o gli sbocchi non possono che essere drammatici.

La società, ha proceduto con il prolungamento della CIGD, a suo tempo firmato della O.S. confederali,

non sottoecritta o avllata dallo scrivente sindacato.

 

Spagna. Dissidio interno alla CNT-AIT.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Richiesta autorizzazione alla pubblicazione.

SINDICATO DE OFICIOS VARIOS DE CHICLANA CNT AIT

COMUNICADO

Ante los derroteros reformistas y verticalistas que desgraciadamente está tomando la CNT, nos vemos en la obligación moral de manifestar nuestra indignación y nuestro más enérgico rechazo. Siempre hemos intentado ser discretos en todolo que respecta a los conflictos internos de la CNT, incluso después de que se nos expulsara de manera inorgánica, y moralmente inmerecida, no obstante, siempre hemos intentado no dañar la imagen púbica de la CNT sacando a la luz los trapos sucios de la organización. Pero el asunto ha llegado a unos extremos absolutamente insoportable e inadmisible para quienes nos consideramos anarcosindicalistas y defendemos a la CNT por encima de todo.

Desde la celebración del X Congreso en Córdoba y la aprobación de una normativa orgánica, impropia de una organización anarcosindicalista, totalmente enrevesada, mas parecida a un código penal que a las normas generales de una organización libertaria. Aquel congreso fue un absoluto fiasco, además de un fraude minado de infinitas irregularidades: las mesas del congreso estaban acordadas de antemano, así como las comisiones, etc. Participaron en dicho congreso sindicatos involucrados en la compra de votos y en muchas otras irregularidades que se produjeron en la Regional Andaluza y que finalmente se resolvió desfederando a los sindicatos que descubrieron y denunciaron aquellos hechos tan graves, que es de sobra conocidos por muchos de los militantes de la CNT, y que no vamos a detallar aquí, porque sería demasiado largo y tedioso de contar, pero aquel que quiera conocer ampliamente de lo que estamos hablando puede leerse en Dossier Anti-reformista que en su día tramitara  la CNT de Huelva.

El tema que hoy nos queremos referir es la nueva agresión que está recibiendo la Regional de Levante de la CNT.

La CNT está pasando por la etapa más grave de su historia. Tristemente tenemos que reconocer que está en un proceso de desintegración tanto a nivel orgánico como ideológico.

Leggi tutto: Spagna. Dissidio interno alla CNT-AIT.

 

1. Sentenza IVRI Multiservizi. Congelamento Nullo!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI MILANO

Sezione Lavoro

La dott.ssa Silvia Ravazzoni in funzione di giudice del lavoro ha pronunciato la seguente

SENTENZA

nella causa civile di I Grado iscritta al N. 1345/2014 R.G. promossa da:

GUGLIELMO ……………., con il patrocinio dell'avv. CATAPANO GIUSEPPE e con elezione di domicilio in VIA B. CELLINI 5 MILANO presso e nello studio dell'avv. CATAPANO GIUSEPPE

contro:

IVRI SERVIZI INTEGRATI SPA, con il patrocinio dell'avv. FOSSATI CARLO , con elezione di domicilio in VIA MASCHERONI, 31 20145 MILANO, presso e nello studio dell'avv. ……….CARLO

Oggetto: retribuzione Sulla base delle seguenti

MOTIVAZIONI

In fatto

Con ricorso depositato in data 7 febbraio 2014, il ricorrente …………….. Guglielmo conveniva la società IVRI SERVIZI INTEGRATI s.p.a. dinanzi al Tribunale di Milano, in funzione di giudice del lavoro deducendo, in sintesi:

- di essere stato assunto dalla IVRI SPA a far data dal 28.9.2005;

- di essere passato alle dipendenze della società convenuta in seguito all'intervenuta parziale cessione del ramo d'azienda in favore di IVRI SERVIZI INTEGRATI s.p.a. con decorrenza dal 1.1.2010;

- che ai sensi del 2112 c.c. le due società confermavano il passaggio senza soluzione di continuità, da IVRI SPA a IVRI SERVIZI INTEGRATI s.p.a., dei dipendenti ceduti, applicando agli stessi, quale trattamento economico di maggior favore, il CCNL Multiservizi;

- che con lettera del 6.12.2012 la società datrice di lavoro gli comunicava l'avvio della procedura di mobilità ex art. 4 e 24 Legge 223/1991;

- che in data 28/29.3.2013 la società convenuta concludeva un accordo sindacale con le OO.SS. SINAL CISAL, UGL, Filcams CGIL e Fisascat CISL che prevedeva la conservazione di tutti posti di lavoro dichiarati in esubero a fronte dell'applicazione, a tutto il personale, a far data dal 1° marzo 2003, del solo C.C.N.L. Vigilanza Privata — Sezione Servizi Fiduciari (sia parte normativa che parte economica), in luogo dei C.C.N.L. Multiservizi, Commercio e Portierato;

 

- che le condizioni descritte nel suddetto accordo, oltre a risultare lesive dei diritti del ricorrente, in quanto contrastanti con l'art. 2103 c.c., ovvero dettate in violazione del principio di irriducibilità della retribuzione, risultano altresì prive di efficacia nei confronti del ricorrente atteso che lo stesso accordo, al punto 6 prevede testualmente che " In applicazione al presente accordo, sarà sottoscritto, in una delle sedi privilegiate di cui agli artt. 410 e 411 c.p.c. un accordo individuale nell'ambito del quale:..."

Leggi tutto: 1. Sentenza IVRI Multiservizi. Congelamento Nullo!

   

Pagina 44 di 60