Nibirumail Cookie banner

LIBERTÀ LAURA GOMEZ

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

LIBERTÀ LAURA GOMEZ

Il 24 aprile, il compagno di Laura Gomez, Segretario di Organizzazione della Federazione locale di Barcellona è stato arrestato in una strada pubblica Mossos d'Esquadra del '.

Il 25 aprile, è stato messo a disposizione del Tribunale di Istruzione n ° 23 come il presunto autore di un reato di coercizione, disordine pubblico, incendio doloso e danni controllata, contro i diritti fondamentali.

L'accusa ha chiesto la custodia cautelare, comunicata e senza cauzione, e il tribunale ha ordinato la sua prigionia data la "gravità dei fatti" ed evitare il rischio di fuga, nascondere le prove, impedisce di commettere altri reati di ...

I "reati gravi" che si accusano, stanno prendendo parte il giorno 29M dello sciopero generale, in una messa in scena alla porta della Borsa di Barcellona in cui simbolicamente bruciato scatole con documenti all'interno.

L'unica vera realtà in cui il partner è Laura viene arrestato per essere l'unione, essendo un combattente contro il sistema capitalista che sfrutta, per essere un attivista sociale che non si rassegna a vivere in ginocchio. Il sistema deve fornire castighi pubblici per sentirsi al sicuro e si passa sopra il diritto alla libertà delle persone. Caso di Laura è il paradigma della oltraggio del potere, dello Stato repressivo.

Laura viene arrestato nelle peggiori condizioni stabilite dalla normativa vigente (libertà senza cauzione), perché ci sono alcuni politici che stanno creando uno stato autoritario, dittatoriale, fascista, per distruggere i diritti e le libertà della popolazione, e di lavoratori, di criminalizzare, intimidire, intimidire la popolazione, di attaccare direttamente le organizzazioni CGT, sociale e del lavoro che abbiamo scelto di combattere, resistere, difendere.

Con Laura molte persone sono state arrestate in questi giorni, a Barcellona, ??Valencia, Madrid, Tarragona, etc etc, il tutto per partecipare alla HG di 29M, in ciò che rappresenta un vero stato di polizia, repressore.

La CGT e mette in guardia il governo dello Stato spagnolo e il governo della Catalogna, che continuerà ad esercitare i loro diritti fondamentali per proteggersi da attacchi diretti, le sue politiche economiche, anti-sociali, razzista, xenofobo e repressivo (modifiche al codice penale, vicino confini arbitrari, aprendo le pagine web per informare gli altri, di fomentare conflitti tra ideologie e le classi sociali, la repressione politica del diritto delle persone di dimostrare, con picchetto, di esercitare il diritto di sciopero).

La CGT non astenersi dal compiere la propria responsabilità ai lavoratori e il loro impegno di promozione della giustizia sociale. I lavoratori non sono criminali. La CGT continuerà a difendersi contro lo stato di polizia che il governo è in programma e ha annunciato pubblicamente che egli si riunirà nuovamente dimostrazioni e scioperi generali, quanti sono necessari per i lavoratori sono rispettati e riconquistare i loro diritti.

L'USI, ha espresso solidarietà all'arresto di Laura Gomez e solidarietà alla CGT